Insegno Sos…

NUOVA LEGGE SULLA DISLESSIA

E' stata approvata dal Senato una nuova legge sulla dislessia; è importante che anche GLI INSEGNANTI NE SIANO INFORMATI
Dal 29 settembre, infatti, c'è una nuova legge nazionale a tutelare le persone con dislessia e disturbi specifici dell'apprendimento che finalmente potranno sperare di vivere gli anni di scuola con pari dignità dei loro coetanei. Si tratta – dichiara Diomira Pizzamiglio, una delle persone che più si sono battute per ottenere questo risultato, a fianco di associazioni come l'AID e di forum come Dislessia On Line – di «un grande passo avanti in termini culturali, di un punto di partenza importante e determinante, con il quale si gettano le basi per costruire insieme il futuro della scuola. La collaborazione e la cooperazione di tutti i soggetti – genitori, insegnanti, operatori sanitari e studenti – sarà infatti indispensabile perché si realizzino gli obiettivi e le finalità della nuova legge»
PER ULTERIORI INFORMAZIONI CLICCA QUI

L'ART.5 DELLA LEGGE PARLA DI UNA DIDATTICA INDIVIDUALIZZATA E PERSONALIZZATA E DELL'INTRODUZIONE DI STRUMENTI COMPENSATIVI NONCHE' DI MISURE DISPENSATIVE .
L'ART.4 RICORDA CHE ANCHE I DOCENTI DOVRANNO SEGUIRE UN PERCORSO FORMATIVO SPECIFICO AL FINE DI POSSEDERE UN'ADEGUATA PREPARAZIONE DIDATTICA , METODOLOGICA ED EDUCATIVA IN MERITO ALLE PROBLEMATICHE RELATIVE AI DSA.  
 

ALCUNE INFORMAZIONI SULLA DISLESSIA …

La dislessia e gli altri DSA (disturbi specifici di apprendimento)
Si parla di dislessia in caso di difficoltà significativa nell’apprendimento della lettura in presenza di un livello cognitivo e di un’istruzione adeguati e in assenza di problemi neurologici e sensoriali. I bambini con dislessia sono intelligenti, non hanno problemi visivi o uditivi, ma non apprendono a leggere in modo sufficientemente corretto e fluido: infatti le loro prestazioni nella lettura risultano nel complesso molto al di sotto del livello che ci si aspetterebbe in base all’età, alla classe frequentata e al livello intellettivo generale. Queste difficoltà solitamente condizionano anche in modo pesante le prestazioni scolastiche.
Spesso alla dislessia sono associati ulteriori disturbi specifici dell'apprendimento (DSA), quali la disortografia, la disgrafia e, a volte, lievi difficoltà nel linguaggio orale (fatica a recuperare termini appropriati o a memorizzare parole nuove) e nel calcolo (soprattutto mentale, oppure nella memorizzazione delle tabelline).
Il problema della dislessia risulta evidente in seconda-terza elementare (alcuni segni si possono per altro già osservare nella scuola materna, come la presenza di significative difficoltà nel manipolare i suoni nelle rime, nelle filastrocche…).
Non sempre gli approfondimenti diagnostici vengono svolti tempestivamente (ancora tanti bambini accedono infatti ai servizi alla fine della scuola elementare o alla scuola media), a causa di una sbagliata interpretazione o sottovalutazione del problema. Si parla ad esempio ancora di pigrizia, demotivazione o disagio psicologico, problemi che senz'altro a volte possono essere associati al disturbo, ma che rappresentano dei correlati o delle conseguenze della dislessia, non la causa. Per ridurre l'interferenza di tali disturbi, è possibile ricorrere all'ausilio di strumenti compensativi e dispensativi, appositamente previsti dalla normativa italiana, ma attualmente poco usati.
Ad occuparsi di questo, nel nostro Paese, vi sono organizzazioni come l'AID (Associazione Italiana Dislessia) o forum come Dislessia On Line.   

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: